Il ritorno del Guerrilla Marketing: come fare paura alla città

Nell’era del digitale torna a far parlare di sé il guerrilla marketing.

Scopriamo cosa è stato realizzato per far paura alla caotica città di New York!

Dedicare ore alla preparazione del set non è roba per tutti. Sopratutto se il copione richiede manichini robotizzati dalla somiglianza spaventosa con i personaggi reali. Ma cosa creare per far paura alla grande mela? Una carrozzina abbandonata, contente un bimbo in lacrime, desta sospetti. Diversi passanti hanno seguito il proprio istinto: preoccupandosi di un piccolo abbandonato hanno pensato bene di avvicinarsi per prendersi cura di lui oppure… sarà lui stesso a sistemare chi gli si avvicina? Scopritelo guardando il video e attenzione alle casse 🙂

Hai avuto paura o ti sei fatto una bella risata? Con questo post ho voluto riportare l’attenzione sul fenomeno “guerrilla marketing“, tanto cantato negli anni passati. Ora è l’era del digitale. In particolare ritengo possa essere un buon esempio di comunicazione integrata ( non conventional – on line). Difatti possiamo vedere che si tratta di un’ ambientazione creata ad hoc (sfruttando elementi già a disposizione) e veicolata, in un secondo momento, tramite Youtube e poi via Facebook, Twitter e dai blog.

Conosci altri casi simili? sicuramente, nella tua esperienza ne avrai viste di belle… facciamoci quattro risate, condividile scrivendole nei commenti! 😀

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...